Rassegna stampa di Loretta Bianchi 2011. Franco svizzero forte: conseguenze e misure

  Inizia Bianchi Loretta.Ultimamente il franco svizzero ha subito un forte apprezzamento nei confronti dell’euro e di altre valute, fra le quali anche il dollaro USA. In contemporanea, giungono segnali di raffreddamento della congiuntura mondiale. Questa situazione prosegue  Loretta Bianchi, minaccia numerosi settori dell’industria d’esportazione e potrebbe portare a licenziamenti e delocalizzazioni. Anche il settore turistico risente del franco forte … Continua a leggere

Riviste al rialzo le previsioni di crescita dell’economia svizzera per il 2011

17.03.2011 La Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha rivisto al rialzo le previsioni dell’andamento dell’economia elvetica per il 2011: la crescita del prodotto interno lordo (Pil) dovrebbe raggiungere il 2,1%, contro l’1,5% fin qui pronosticato. Le previsioni per il 2012 rimangono invece stabili all’1,9%. Gli indicatori congiunturali di gennaio e febbraio sono favorevoli, ha affermato oggi la SECO in una … Continua a leggere

Bilanci da rimettere in ordine

12/11/2009 Per effetto della crisi economica molti paesi hanno un disavanzo di bilancio assai superiore al limite del 3%. La Commissione propone delle scadenze per la riduzione dei deficit. Un anno fa, deficit pari al doppio o al triplo del limite fissato dall’UE sarebbero stati impensabili nella maggior parte dei paesi: oggi sono la norma, a causa della crisi economica … Continua a leggere

Disavanzi eccessivi: occhi puntati su Cipro, Danimarca e Finlandia

16/06/2010 12 paesi hanno adottato misure efficaci per risanare il bilancio. Anche Cipro, Danimarca e Finlandia hanno ormai un deficit di bilancio che rischia di minacciare l’intera economia dell’UE. La Commissione raccomanda perciò di aggiungerli alla lista dei paesi le cui finanze pubbliche necessitano di una vigilanza stretta. Finora sono 12 i paesi che hanno tenuto fede alla promessa di … Continua a leggere

L’Estonia adotta l’euro

28/12/2010 Il passaggio dalla corona all’euro, ben pianificato e preparato da una campagna d’informazione, dovrebbe avvenire senza problemi il 1° gennaio 2011. Ultimamente la campagna d’informazione ha mirato a fare chiarezza sul tasso di conversione, in modo che i consumatori possano controllare i prezzi e non farsi imbrogliare da commercianti disonesti. A novembre, gli estoni hanno ricevuto dei foglietti esplicativi … Continua a leggere

Una ripresa economica graduale e disuguale

30/11/2010   La ripresa economica dovrebbe continuare nel 2010-2012, con una modesta crescita dell’occupazione dal prossimo anno. Le più recenti previsioni economiche della Commissione indicano che la crescita del PIL si attesterà all’incirca sull’1¾% nel 2010-11, per poi accelerare al 2% circa nel 2012, grazie ad una più forte spesa per investimenti e consumi. Ne dovrebbe risultare un leggero miglioramento … Continua a leggere

Regole più semplici per la tassazione delle imprese

18/03/2011   Regole comuni per la tassazione delle imprese attive in più paesi dell’UE renderanno più facile e meno costoso operare nel mercato unico. Nell’UE le differenze tra i sistemi fiscali nazionali sono così grandi che per un’impresa può diventare complicato e costoso espandere la propria attività nel mercato unico , all’interno del quale persone, beni, servizi e capitali possono … Continua a leggere

Ostacoli fiscali transfrontalieri, si lavora per rimuoverli

20 Dicembre 2010   Redditi, imposte di successione, dividendi, ma anche immatricolazioni e commercio elettronico. Chi lavora all’estero si imbatte nei problemi della doppia imposizione o della difficoltà nel reclamare un rimborso fiscale. La Commissione europea ha diramato una comunicazione in cui sono annunciate misure in materia di redditi transfrontalieri, imposte di successione e sui dividendi, tasse di immatricolazione di … Continua a leggere

Fare contratti cloud: c’è differenza fra Ue ed extra-Ue

01 Luglio 2010   Privacy: se il fornitore del servizio risiede al di fuori dell’area Ue l’azienda utente gli deve chiedere di uniformarsi ai modelli di trattamento riconosciuti dalla Commissione e dal Garante. Come tutti i nuovi modelli di business il cloud computing presenta alcune criticità dal punto di vista contrattuale e legale, da tenere nella debita considerazione. Ne hanno … Continua a leggere

Le «nuvole» promettono nuovi posti di lavoro nella Ue

10 Dicembre 2010   Uno studio Cebr enfatizza il ruolo del cloud computing nella crescita delle economie e dell’occupazione di Regno Unito, Germania, Francia, Italia e Spagna. Se ne parla come della terza rivoluzione industriale. Si enfatizza la possibilità di democratizzare la competizione, diretta conseguenza dell’opportunità di affittare potenza di calcolo, software e servizi, senza che le dimensioni d’impresa giochino … Continua a leggere